Formazioni Grafiche a Rettangono

Nel mercato le inversioni di mercato non si susseguono alle continuazioni, salvo casi eccezionali in cui il mercato è particolarmente emotivo, ma tra gli uni e le altre vi sono delle fasi di transizione che individueremo nel grafico dei prezzi come delle formazioni grafiche a rettangolo.

Queste figure a rettangolo risultano quindi contraddistinte da due rette parallele che contengono le varie oscillazioni dei prezzi: la retta superiore del rettangolo è l’unione di tutti i livelli di resistenza statica mentre la retta inferiore è la congiunzione di tutti i punti di supporto statico.

La presenza di formazioni grafiche a rettangolo individua delle fasi di mercato di transizione dette anche di incertezza orizzontale, al formarsi delle quali, generalmente si notano dei volumi inferiori rispetto le fasi di rialzo di mercato o di ribasso. Dunque, anche in questo caso, come per le continuation pattern e le reversal pattern, studiare l’andamento dei volumi di mercato sarà di aiuto per determinare la presenza i tali figure nel grafico dei prezzi.

Anzi proprio l’analisi volumetrica potrà aiutare il trader a determinare se la formazione grafica a rettangolo evolverà verso un reversal pattern o verso un continuation pattern: si genererà questo ultimo, infatti, se , in un trend ascendente, i rimbalzi sono caratterizzati da scambi elevati mentre le correzioni sono accompagnate da bassi volumi. Diversamente si avrà un reversal pattern.

Determinare la presenza di una formazione grafica a rettangolo aiuta il trader nelle determinazione delle operazioni di mercato: egli andrà infatti ad acquistare in vicinanza della parte bassa del rettangolo – ovvero all’avvicinarsi dei prezzi al supporto statico – e andrà a vendere all’avvicinarsi alla parte alta del rettangolo – ovvero all’avvicinarsi dei prezzi alla resistenza -. La rottura della linea superiore o inferiore della figura a rettangolo verrà letta dal trader come un segnale operativo: così – per esempio – si procederà a un buy qualora la rottura interessi il limite superiore, fissando uno stop loss appena al di sotto della linea stessa nel caso il mercato tutto un tratto iniziasse ad andare contro tendenza.

Individuare tali figure permette al trader, inoltre, di avere una linea guida utile nel determinare quale dovrebbe essere il take profit ideale: la lunghezza del rettangolo indica quanto è durata la fase di transizione mentre la sua larghezza indica l’ampiezza delle oscillazioni dei prezzi. Generalmente tanto maggiore è la dimensione di due variabili, tanto più grande e violento sarà il movimento che ne scaturirà dopo la rottura del supporto o della resistenza, notandosi che tale movimento è solitamente almeno pari all’altezza del rettangolo. Questa dunque potrà essere usata come take profit da chi investe.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...